ROTARY ECLUB VICTORINUS FELTRENSIS

ROTARY ECLUB VICTORINUS FELTRENSIS

carta costitutiva

moneta

vittorino_da_feltre

Il nome

Vittorino da Feltre (il suo vero nome era Vittorino de’ Rambaldoni) fu un umanista ed educatore italiano vissuto tra il XIV e XV secolo. Dopo essere stato a Venezia e a Padova, accettò l’invito del Signore di Mantova Gian Francesco I Gonzaga. Questi gli offrì nel 1423 l’incarico di precettore dei suoi figli e figlie. Subito Vittorino fondò la prima Scuola di studi umanistici, fusi con lo spirito cristiano, a cui diede il nome di “Ca’ Zoiosa”.

La Ca’ Zoiosa, posta nei pressi dei Laghi di Mantova e circondata da splendidi panorami, era davvero un soggiorno ideale. La fama di Vittorino si diffuse con grande velocità e di pari passo aumentarono anche le richieste di ammissione, a tal punto che si rese necessaria la costruzione di un secondo edificio, per far fronte alle iscrizioni. Anche nell’accettare nuovi alunni, Vittorino non si smentì: preferiva studenti poveri, accettati per carità, che dimostrassero un carattere volitivo e caparbio. La Ca’ Zoiosa, infatti, era organizzata in modo tale da mantenere una disciplina di uguaglianza per tutti, volta al rispetto della personalità, della fraternità e dell’ordine, in cui il castigo stesso, del resto rarissimo, era riportato all’interiorità della coscienza.

Vittorino è quindi, a ragione, considerato l’antesignano della moderna Scienza dell’educazione e in quest’ottica, l’identificazione in lingua latina “Victorinus Feltrensis” assume un significato universale, transnazionale.

Per questo, viene proposto ai Soci di utilizzare, oltre alla lingua italiana, anche il latino, da cui il sottotitolo “Bene et loqui et dicere” (“Esprimersi in buona lingua, sia nel conversare, sia nel parlare” – Marco Tullio Cicerone, Brutus 212, 46 a.C.).

Riunioni

Una volta alla settimana viene pubblicata un’attività interattiva nel blog della eClub House (“sala riunioni”) sul sito dell’eClub, nel giorno indicato dal regolamento. Si considera giorno della riunione quello in cui l’attività viene pubblicata.
Un socio è considerato presente alla riunione se interagisce in questa attività entro una settimana dalla data in cui è stata pubblicata, ferme le possibilità di recuperare l’eventuale assenza nelle maniere indicate nello statuto.
Mensilmente si tengono incontri tra i soci in videoconferenza e saltuariamente di persona.
I Rotariani di altri club e gli invitati dei soci possono accedere, su richiesta, alle riunioni.

Consiglio direttivo 2016-17

  • Presidente – Roberto Bondavalli
  • Segretario –
  • Tesoriere –
  • Prefetto –
  • Vice Presidente –
  • Presidente Entrante –
  • Consigliere –
  • Consigliere –
  • Consigliere –
  • Consigliere –
  • Consigliere –

Avatar